Statuto

 

Statuto

Costituzione, scopo e finalità.

Articolo 1-

E’ costituita, un’associazione di tipo culturale, denominata : “Tuscia

Trekking Experience”.

Articolo 2-

L’associazione adotta come proprio simbolo identificativo il seguente

logo, di seguito anche descritto:

logo circolare costituito da un doppio sole concentrico con fondo blu e

raggi marrone chiaro circondati dalla frase “TUSCIA TREKKING

EXPERIENCE” di colore marrone e sottotitolo “natura sapori avventura”

di colore blu.

Articolo 3-

1.Detta associazione, ha sede in Grotte Santo Stefano, frazione del

comune di Viterbo, in via Sicilia, snc.

2.La durata dell’associazione, è a tempo indeterminato.

Articolo 4-

1.Lo scopo dell’associazione, è quello di promuovere ed effettuare la

pratica del trekking, inteso come riscoperta delle passeggiate in ambito

naturalistico e paesaggistico. Ricostruire e preservare la memoria

storica, artistica, naturalistica, ambientale e culturale,attraverso

l’escursione a piedi. Valorizzazione del patrimonio culinario ed enogastronomico.

Riscoprire e valorizzare le tradizioni e le attività umane

della zona di riferimento, con particolare attenzione ai territori dell’

Etruria e della Tuscia.

2.A questo scopo, l’Associazione Tuscia Trekking Experience, intende

rivolgersi alle comunità dei territori sopra citati, dalle quali intende

trarre ispirazioni e forza per la valorizzazione dei territori stessi,

tendendo al miglioramento ed al benessere sociale delle comunità della

zona.

3.L’associazione, non ha finalità di lucro, è apartitica e svolge attività

promozionali, culturali e di utilità sociale, sul territorio nazionale ed in

particolare dell’ Etruria e della Tuscia Viterbese specificati nella prima

parte dell’art.4-

Articolo 5-

1.Per perseguire i propri scopi, l’associazione potrà :

1) Organizzare manifestazioni, convegni, feste, concorsi e qualsiasi altra

attività di carattere promozionale.

2) Promuovere campagne stampa e radio-televisive, pubblicare libri,

riviste, opuscoli, siti internet, gruppi su social network e qualsiasi altra

iniziativa utile ad informare i propri soci e la collettività in generale.

3) Organizzare corsi, stage, seminari, incontri, e qualsiasi altra attività di

carattere formativo.

4) Prendere parte ad iniziative e attività organizzate da terzi, siano essi

pubblici o privati.

2. Ad esclusivo scopo di autofinanziarsi, (in modo non prevalente e

complementare) l’associazione, potrà gestire attività economiche anche di

carattere commerciale, come raccolte pubbliche di fondi, anche

attraverso servizi e beni di modesto valore, nel rispetto della normativa

fiscale ed i principi contabili applicabili, compresa l’eventuale tenuta di

una contabilità separata.

3. I proventi di tutte le attività non potranno essere in nessun caso,

essere divisi tra gli associati, neanche in forma indiretta.

Soci

Articolo 6-

1. Potranno far parte dell’associazione, tutti coloro che ne condividono gli

scopi ed accettano integralmente il presente statuto e l’eventuale

regolamento interno.

2. Il numero degli associati non ha limiti.

3. La domanda per poter essere ammessi, deve essere presentata al

Consiglio Direttivo, indicando le proprie generalità e dichiarando di aver

preso visione del presente statuto e di tutti gli eventuali regolamenti e

disposizioni.

4. Il Consiglio Direttivo dovrà darne risposta entro 30 giorni ed il neo

socio dovrà versare la quota sociale, mentre l’eventuale rifiuto di

ammissione, dovrà essere motivato dal Consiglio Direttivo ed è

sindacabile in Assemblea.

5. Le eventuali dimissioni di un socio, dovranno essere presentate per

iscritto al Presidente dell’Associazione e non prevedono alcun rimborso

delle quote versate..

6. Gli associati, si dividono in :

1) Soci Fondatori : Sono coloro che hanno costituito l’Associazione e

formano il primo Consiglio Direttivo.

2) Soci Ordinari : Sono coloro che a seguito di domanda, vengono ammessi

e pagano la quota sociale, stabilita dall’Assemblea. (La prima quota

sociale è stabilita dai Soci Fondatori).

3)Soci Sostenitori : Sono coloro che oltre alla quota sociale ordinaria,

versano contribuzioni volontarie straordinarie.

4)Soci Benemeriti : Sono coloro che, nominati tali dall’Assemblea, si sono

distinti per aver procurato particolari vantaggi all’Associazione.

5) Soci Temporanei: Sono coloro che intendono associarsi solamente in

occasione di un singolo evento.

Articolo 7-

1. Tutti i Soci, hanno nei confronti dell’Associazione i seguenti obblighi :

1) Sono tenuti a pagare la quota annua associativa annuale entro i termini

stabiliti.

2) Sono tenuti ad osservare il presente statuto e tutti gli eventuali

regolamenti e disposizioni successive allo stesso.

3) Sono tenuti a partecipare alle attività dell’Associazione, in modo

propositivo, spontaneo e volontario, nonché, partecipare alle riunioni

assembleari, secondo le proprie disponibilità e capacità.

4) In caso di comportamenti del Socio o dei Soci, che possano recare

danno all’Associazione ed al proprio patrimonio, il Consiglio Direttivo

potrà e dovrà intervenire, secondo la gravità del caso, applicando le

seguenti sanzioni (tramite voto segreto) e dandone comunicazione

all’Assemblea : richiamo, diffida o espulsione dall’Associazione.

2. Tutti i Soci hanno diritto di voto, libertà di parola ed espressione, che

non potranno essere limitati o esclusi, nemmeno in caso di temporanea

partecipazione alla vita associativa.

Organi dell’Associazione

Articolo 8-

1. Gli organi dell’Associazione sono :

1) L’Assemblea dei Soci.

2) Il Consiglio Direttivo.

3) Il Presidente.

4) Il Vicepresidente.

5) Il Segretario Generale.

6) Il Cassiere.

7) I Soci Consiglieri. (massimo 4-quattro).

2. Tutte le cariche sociali, sono assunte ed assolte dai soci, in modo

assolutamente gratuito, salvo il diritto a ricevere il rimborso spese

sostenute e dimostrabili, su delibera degli organi sociali.

3. Nel caso in cui uno o più soci, dovessero fornire particolari servizi

(presentandone il preventivo) alle attività dell’Associazione, può essere

prevista dal Consiglio Direttivo, l’erogazione di rimborsi spese o compensi,

nei modi previsti dalle vigenti leggi in materia e compatibilmente con la

natura di associazione senza fini di lucro.

Articolo 9-

1. L’Assemblea dei Soci, è l’organo sovrano ed è composta da tutti gli

associati.

2. L’Assemblea generale dei Soci, è convocata almeno una volta all’anno, o

ogni volta se ne ritenga necessario, dal Presidente o da chi ne fa la veci,

mediante avviso scritto da inviare con lettera personale. La

convocazione, deve specificare la data, il luogo, l’ora e gli argomenti

all’ordine del giorno della riunione.

3. L’Assemblea generale, può essere convocata su richiesta di almeno un

decimo degli associati, o quando il Consiglio Direttivo, lo ritenga

necessario.

4. L’Assemblea può essere di carattere ordinario o straordinario : è

ordinaria, se convocata per la modifica dello Statuto o lo scioglimento

dell’Associazione. E’ ordinaria, in tutti gli altri casi.

Articolo 10-

1. Compiti dell’Assemblea :

1) Deve, approvare il conto consuntivo ed il bilancio preventivo presentati

dal Consiglio Direttivo.

2) Deve, stabilire l’importo della quota sociale annuale. (la prima, è fissata

dai Soci Fondatori).

3) Deve, determinare le linee generali programmatiche dell’attività

dell’Associazione.

4) Deve, approvare l’eventuale regolamento interno.

5) Deve, deliberare in via definitiva, su eventuali ammissioni/esclusioni di

uno o più Soci.

6) Deve, eleggere il Consiglio Direttivo (il 1° è costituito dai Soci

Fondatori) e deliberare su quanto demandatole dallo stesso.

Articolo 11-

1. L’Assemblea ordinaria è regolarmente costituita in prima convocazione,

se è presente la maggioranza degli iscritti aventi diritto di voto e in

seconda convocazione (da tenersi anche nello stesso giorno) qualunque sia

il numero dei presenti, di persona o in delega con un limite di due deleghe

per ogni partecipante.

2. Le deliberazioni dell’Assemblea ordinaria, vengono prese a maggioranza

dei presenti e rappresentati per delega, sono espresse con voto palese,

tranne quelle riguardanti le persone o quando l’Assemblea lo ritenga

opportuno.

3. L’Assemblea straordinaria, approva eventuali modifiche allo Statuto o

regolamenti interni, con la presenza dei tre quarti degli associati e con

decisione deliberata a maggioranza dei presenti; scioglie l’Associazione e

ne devolve l’eventuale patrimonio, con il voto favorevole dei tre quarti

degli associati.

4. Le discussioni e le deliberazione dell’Assemblea, devono essere

riassunte in un verbale, redatto da un componente della stessa,

appositamente nominato dal Presidente, il quale provvederà a firmare

quanto verbalizzato.

5. Ogni associato, ha diritto di poter consultare i verbali d’Assemblea e di

trarne copia.

Articolo 12-

1. Il Consiglio Direttivo è composto da tre a sei membri, eletti

dall’Assemblea tra componenti (associati) che hanno dato disponibilità alla

candidatura e resta in carica 4-quattro anni. I membri del Consiglio

Direttivo, sono rieleggibili.

2. Il Consiglio Direttivo, elegge al suo interno, tutte le cariche consigliari

e fissa le responsabilità di Consiglieri e Soci in merito alle attività da

svolgere.

3. Il Consiglio Direttivo, ha il potere di sostituire i propri membri

dimissionari, mediante la cooptazione dei candidati non eletti.

4. Il Consiglio Direttivo è validamente costituito, quando è presente la

maggioranza dei propri componenti ed è tenuto a verbalizzare ogni suo

incontro, dandone incarico al Segretario.

5. Il Consiglio Direttivo, compie tutti gli atti di ordinaria e straordinaria

amministrazione, non espressamente demandati dall’Assemblea, redige e

presenta all’Assemblea il rapporto annuale sull’attività dell’Associazione e

il bilancio consuntivo e preventivo.

6. Il Consiglio Direttivo, nella definizione e nel proseguimento degli

obbiettivi societari, può nominare Comitati tecnico-scientifici.

Articolo 13-

1. Il Presidente, ha la legale rappresentanza dell’Associazione, presiede il

Consiglio Direttivo e l’Assemblea, convoca l’Assemblea degli associati ed il

Consiglio Direttivo sia in caso di convocazioni ordinarie che straordinarie.

Nelle votazioni espresse all’interno del Consiglio Direttivo, il voto del

Presidente, ha valore doppio.

2. Il Presidente, resta in carica 4-quattro anni, come il Consiglio

Direttivo, salvo sue dimissioni.

3. Il Vicepresidente, sostituisce il Presidente in caso di sua assenza o

impedimento. Nel caso in cui il Presidente, presenti le proprie dimissioni,

il Vicepresidente ne potrà assumere la carica, individuando il suo Vice tra

i consiglieri, chiedendo approvazione all’Assemblea altrimenti, dovranno

essere indette nuove elezioni di tutto il Consiglio Direttivo.

Patrimonio Sociale e Bilancio

Articolo 14-

1. Le risorse economiche dell’Associazione, sono costituite da :

1) Contributi e quote associative.

2) Donazioni e lasciti.

3) Contributi da parte di enti pubblici e privati.

4) Proventi marginali, di carattere commerciale e produttivo.

5) Ogni altro tipo di entrata compatibile con la natura dell’Associazione

stessa.

2. L’Associazione, ha l’obbligo di reinvestire l’eventuale avanzo di

gestione, a favore delle attività istituzionali previste dal presente

Statuto.

Articolo 15-

1. I documenti di bilancio dell’Associazione, sono annuali e decorrono dal

1° gennaio di ogni anno. Il consuntivo, contiene tutte le entrate e tutte le

spese, relative all’anno trascorso.

2. Il bilancio preventivo, contiene le previsioni di spese e di entrate per

l’esercizio annuale successivo.

3. I bilanci sono predisposti dal Consiglio Direttivo in carica e approvati

dall’Assemblea generale ordinaria, con le maggioranze previste dal

presente Statuto, depositati presso la sede dell’Associazione almeno 20-

venti giorni prima della riunione dell’Assemblea ordinaria e possono

essere consultati da ogni associato.

4. Il bilancio consuntivo, deve essere approvato dall’Assemblea entro il 30

(trenta) aprile dell’anno successivo alla chiusura dell’esercizio Sociale.

Articolo 16-

1. L’eventuale scioglimento dell’Associazione, sarà deciso soltanto

dall’Assemblea generale straordinaria, secondo le modalità previste da

questo Statuto all’art.11 punto 3 ed in tal caso, il patrimonio, dopo la

liquidazione, sarà devoluto a finalità di utilità sociale.

Disposizioni finali

Articolo 17-

1. L’Associazione, al fine di assicurare il più completo conseguimento dei

compiti statutari, può consorziarsi/riunirsi in coordinamento, con altri

Ecomusei o con altre associazioni che operano nello stesso ambito e in

ambiti ritenuti complementari e sinergici, inoltre è prevista la

collaborazione con altre associazioni operanti nella stessa zona di

riferimento, anche se di diversa natura e interessi.

2. Per tutto quanto non espresso e previsto dal presente Statuto, si

applicano le disposizioni previste dal Codice Civile e dalle leggi vigenti in

materia.

Grotte Santo Stefano ………………………

I Soci Fondatori

Calanca Massimo nato a Viterbo il 02/04/1964 residente a Grotte S.

Stefano in Via Campania, 6. CF CLNMSM64D02M082Z

Friggi Raffaele nato a Viterbo il 13/02/1976 residente a Grotte

S.Stefano in via Puglia, 8. CF FRGRFL76B13M082N

Lupino Mirco nato a Viterbo il 17/08/1965 residente a Grotte

S.Stefano in strada Teverina, 136. CF LPNMRC65M17M082N

Ceccarelli Valentina nata a Viterbo il 01/08/1968 residente a Grotte

S. Stefano in Via Campania, 6. CF CCCVNT86M41M082N

Fedeli Elisabetta nata a Viterbo il 18/11/1976 residente a Grotte

S.Stefano in via Puglia, 8. CF FDLLBT76S58M082F

Castellucci Sonia nata a Viterbo il 25/02/1976 residente a Grotte

S.Stefano in strada Teverina, 136. CF CSTSNO76B65M082B

I Soci Fondatori dell’Associazione Tuscia Trekking Experience,

salvo rinunce personali costituiranno, secondo l’art.8 punto 1 di

questo Statuto, il 1° Consiglio Direttivo dell’Associazione.

Presidente : Raffaele Friggi

Vicepresidente/Cassiere : Mirco Lupino

Segretario : Massimo Calanca

Consiglieri : Valentina Ceccarelli

Sonia Castellucci

Elisabetta Fedeli